Premio:

American Chimera

Francesca Tosarelli, Fabio BucciarelliItalia - 202026 min

In streaming Mercoledí 7

Il film è visibile dalle 8 del mattino, per 24 ore solo il 7 Ottobre

Il documentario segue le honduregne Dariella e Mirna nella loro ricerca di una vita migliore negli Stati Uniti. Fuggite dalle estorsioni della criminalità organizzata honduregna, le due donne, insieme a figli e parenti, si uniscono nel novembre 2018 alla "Carovana dei migranti”.
Originatosi in Honduras, l’esodo raccoglie migliaia di persone che, a piedi o con mezzi di fortuna, attraversano il Centro America, nel tentativo di raggiungere Tijuana, Messico, e da lì superare il confine con gli USA.
“American Chimera” non racconta solo le difficoltà di ingresso negli Stati Uniti. Al contrario, va oltre il muro.
Lì, tra centri di detenzione per immigrati irregolari e braccialetti elettronici, vi è anche la Signora Vonnette, benestante sostenitrice repubblicana e ufficiale superiore dell’esercito, che desidera aiutare i migranti supportandoli nelle richieste d’asilo e aprendo loro la porta di casa.

Fabio Bucciarelli, pluripremiato fotografo e autore, ha documentato conflitti e conseguenze umanitarie della guerra. Nell’ultimo decennio ha coperto i principali eventi che hanno cambiato il mondo, tra cui la guerra civile in Libia fino alla morte di Gheddafi; la più sanguinosa battaglia di Aleppo in Siria; eventi e conflitti in Rojava, Iran, Iraq, Gaza, Ucraina, Sud Sudan e Mali, America centrale e meridionale.
Le sue opere sono state premiate con i più prestigiosi riconoscimenti, tra cui the Robert Capa Golden Medal, World Press Photo, Prix Bayeux-Calvados for War Correspondents, POY Photographer of the Year, Getty Images Grant.
È un collaboratore frequente del New York Times e le sue opere sono esposte, con mostre personali e collettive, in musei e gallerie di tutto il mondo.

Direttrice della fotografia e regista, negli ultimi 8 anni Francesca Tosarelli ha realizzato documentari e reportage su tematiche sociali, questioni di genere, conflitti, migrazioni, collaborando con Al Jazeera English, Scottish Documentary Institute, Al Jazeera Arabic, RAI Cinema, Discovery Channel, AP, Sunday Times, The Guardian. Collabora anche con Der Spiegel, Le Monde, El Pais, Internazionale.
È vincitrice con il suo team del DIG pitch 2019.